Il contributo parte da un noto caso giudiziario che ha come protagonista un senzatetto. Quest'ultimo, infatti, viene processato per furto, in quanto avrebbe sottratto cibo in un supermercato per il valore di poco più di due euro. La vicenda costituisce occasione per riflettere sul tema del diritto all'accesso al cibo «adeguato».

Quando ad essere un “delitto” è la proprietà. Considerazioni a margine di Cass. pen., Sez. V, sent. n. 18248/2016

Gusmai A
2016

Abstract

Il contributo parte da un noto caso giudiziario che ha come protagonista un senzatetto. Quest'ultimo, infatti, viene processato per furto, in quanto avrebbe sottratto cibo in un supermercato per il valore di poco più di due euro. La vicenda costituisce occasione per riflettere sul tema del diritto all'accesso al cibo «adeguato».
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Quando ad essere un-1.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Creative commons
Dimensione 329.4 kB
Formato Adobe PDF
329.4 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/255140
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact