Nel contributo si descrive il primo anno di un progetto di durata triennale realizzato dal Tribunale per i Minorenni di Bari (TM), dall’ufficio Scolastico Regionale della Puglia (USR), dalla Associazione Italiana dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia (AIMMF) e dalla associazione Libera, che ha come obiettivo quello di costruire insieme agli studenti delle scuole primarie e il biennio delle secondarie superiori una cultura della legalità condivisa e basata sui principi educativi del diritto minorile.

"Dal disagio alla criminalità: quale giudice per i minorenni?” .Un progetto giuridico di ricerca azione pedagogica

Angela Muschitiello
2019

Abstract

Nel contributo si descrive il primo anno di un progetto di durata triennale realizzato dal Tribunale per i Minorenni di Bari (TM), dall’ufficio Scolastico Regionale della Puglia (USR), dalla Associazione Italiana dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia (AIMMF) e dalla associazione Libera, che ha come obiettivo quello di costruire insieme agli studenti delle scuole primarie e il biennio delle secondarie superiori una cultura della legalità condivisa e basata sui principi educativi del diritto minorile.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
SIPED 2019_compressed.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 8.52 MB
Formato Adobe PDF
8.52 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/255116
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact