Il pensiero e l’azione di Adriano Olivetti e Giorgio Fuà si sono costantemente ispirati ad un umanesimo laico che li ha portati a cercare un giusto equilibrio tra crescita del benessere e rispetto delle persone, tra cambiamento sociale e valori condivisi dalle comunità, tra l’efficienza delle attività di produzione e scambio, e l’equa distribuzione delle risorse e delle opportunità. La scienza economica però non sempre ha destinato la dovuta attenzione al legame tra efficienza ed equità, tendendo al contrario a trattarle separatamente quando non a considerarle antitetiche. In questo intervento si cerca di portare argomenti a favore del seguente assunto: l’equità fa bene all’efficienza. Per far questo sarà ripreso il concetto di disuguaglianza multidimensionale di Sen e discussi alcuni argomenti a favore della disuguaglianza sottoponendoli a critica secondo l’approccio delle capabilities. Saranno quindi affrontati alcuni temi particolari che riguardano gli effetti nel lungo termine della disuguaglianza e la centralità del lavoro. Si chiuderà con alcune considerazioni intorno al ruolo delle istituzioni pubbliche

L'equità fa bene all'efficienza. Per il recupero di un nesso smarrito

Capriati, Michele
2018

Abstract

Il pensiero e l’azione di Adriano Olivetti e Giorgio Fuà si sono costantemente ispirati ad un umanesimo laico che li ha portati a cercare un giusto equilibrio tra crescita del benessere e rispetto delle persone, tra cambiamento sociale e valori condivisi dalle comunità, tra l’efficienza delle attività di produzione e scambio, e l’equa distribuzione delle risorse e delle opportunità. La scienza economica però non sempre ha destinato la dovuta attenzione al legame tra efficienza ed equità, tendendo al contrario a trattarle separatamente quando non a considerarle antitetiche. In questo intervento si cerca di portare argomenti a favore del seguente assunto: l’equità fa bene all’efficienza. Per far questo sarà ripreso il concetto di disuguaglianza multidimensionale di Sen e discussi alcuni argomenti a favore della disuguaglianza sottoponendoli a critica secondo l’approccio delle capabilities. Saranno quindi affrontati alcuni temi particolari che riguardano gli effetti nel lungo termine della disuguaglianza e la centralità del lavoro. Si chiuderà con alcune considerazioni intorno al ruolo delle istituzioni pubbliche
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
libro-istao-CAPRIATI.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 81.65 kB
Formato Adobe PDF
81.65 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/254133
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact