Il lavoro tratta della dibattuta questione dell'assoggettabilità a fallimento delle società a controllo pubblico, e soprattutto di quelle in house. Infatti tali società sono caratterizzate dalla forma di ente di diritto privato, ma nella sostanza costituiscono organi della amministrazione socia. In quanto organi di una pubblica amministrazione, nonostante la "forma" privatistica, non potrebbero essere assoggettate al fallimento, difettando tanto di natura imprenditoriale (società strumentali), quanto dello scopo di lucro

La fallibilità delle società pubbliche ed “in house”,

Patroni Griffi, Ugo
2017-01-01

Abstract

Il lavoro tratta della dibattuta questione dell'assoggettabilità a fallimento delle società a controllo pubblico, e soprattutto di quelle in house. Infatti tali società sono caratterizzate dalla forma di ente di diritto privato, ma nella sostanza costituiscono organi della amministrazione socia. In quanto organi di una pubblica amministrazione, nonostante la "forma" privatistica, non potrebbero essere assoggettate al fallimento, difettando tanto di natura imprenditoriale (società strumentali), quanto dello scopo di lucro
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
c6_griffi.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 168.32 kB
Formato Adobe PDF
168.32 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/254053
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact