La diciannovesima elegia del II libro degli Amores costituisce un esempio significativo di come le situazioni topiche dell’elegia d’amore vengano riflesse dalla lente deformante della poetica ovidiana, che priva la dinamica elegiaca del color drammatico. Nell’elegia Ovidio chiede al vir della sua nuova donna di non mostrarsi indifferente all’intrigo amoroso perpetrato sotto i suoi occhi, perché la negligente sorveglianza depaupera il codice elegiaco, in cui gli ostacoli sono alimento della passione; se la custodia della donna viene meno, infatti, la conquista d’amore diventa facile e scontata. Ovidio si appropria di un tema dalla consolidata tradizione letteraria (il frutto proibito stimola l’interesse e il desiderio), che affonda le radici nella poesia epigrammatica e, attraverso l’esperienza neoterica, confluisce nell’elegia.

Ov. am. 2,19 e gli impedimenta amoris

DIMUNDO Rosa Alba
2019

Abstract

La diciannovesima elegia del II libro degli Amores costituisce un esempio significativo di come le situazioni topiche dell’elegia d’amore vengano riflesse dalla lente deformante della poetica ovidiana, che priva la dinamica elegiaca del color drammatico. Nell’elegia Ovidio chiede al vir della sua nuova donna di non mostrarsi indifferente all’intrigo amoroso perpetrato sotto i suoi occhi, perché la negligente sorveglianza depaupera il codice elegiaco, in cui gli ostacoli sono alimento della passione; se la custodia della donna viene meno, infatti, la conquista d’amore diventa facile e scontata. Ovidio si appropria di un tema dalla consolidata tradizione letteraria (il frutto proibito stimola l’interesse e il desiderio), che affonda le radici nella poesia epigrammatica e, attraverso l’esperienza neoterica, confluisce nell’elegia.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
verborum violis multicoloribus Cupaiuolo.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.29 MB
Formato Adobe PDF
1.29 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/253652
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact