Con il termine “autodichia” si intende la prerogativa riconosciuta agli organi costituzionali di decidere le controversie concernenti le proprie vicende interne, sottraendole al sindacato del Giudice comune. L’orientamento giurisprudenziale offerto dalla Corte costituzionale in tema di autodichia ne ha determinato un inquadramento di singolare portata, quale espressione di una giurisdizione “domestica” che non si pone in distonia con il dettato costituzionale.

L’autodichia: parametri di legittimità costituzionale e garanzie giurisdizionali

PERCHINUNNO
2018

Abstract

Con il termine “autodichia” si intende la prerogativa riconosciuta agli organi costituzionali di decidere le controversie concernenti le proprie vicende interne, sottraendole al sindacato del Giudice comune. L’orientamento giurisprudenziale offerto dalla Corte costituzionale in tema di autodichia ne ha determinato un inquadramento di singolare portata, quale espressione di una giurisdizione “domestica” che non si pone in distonia con il dettato costituzionale.
978-88-9428-103-3
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/252656
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact