Il tema della responsabilità sociale delle imprese (RSI) porta con sé le riflessioni evocate dai rischi insiti in qualsivoglia tentativo di “funzionalizzare” l’esercizio della iniziativa economica a finalità estranee e/o diverse da quelle che siano riconducibili ed interpretabili sulla (sola) base della volontà di coloro che della iniziativa stessa si siano fatti promotori. Nella evoluzione più recente il tema dell’esercizio responsabile delle iniziative economiche ha assunto un rilievo che va ben oltre la mera realizzazione di una “filantropia d’impresa”, per assurgere, alternativamente, ad elemento di cui tenere conto nella programmazione dell’attività economica (o sarebbe meglio dire nella pianificazione del business aziendale, giacché la prospettiva dell’incremento della redditività può anche associarsi ed essere invero favorita dall’adozione di talune scelte “etiche”), ovvero, sin anche, ad elemento strutturalmente compendiato nella stessa disciplina costitutiva dai soggetti titolari di una organizzazione preordinata al perseguimento di scopi economici. La riflessione sul mantenimento della RSI nella logica dell’osservanza volontaria delle relative regole e principi, porta con sé l’ulteriore aspetto della eventuale traduzione in norme giuridiche di regole prima di allora riconducibili all’ambito di un agire socialmente responsabile ma spontaneo da parte delle imprese e pone quindi la questione di un raffronto fra regole di responsibility e regole di compliance.

Dalla Responsabilità Sociale dell’Impresa alla Responsabilità Sociale del Consumatore/Cittadino

Di Rienzo, Massimo
2019

Abstract

Il tema della responsabilità sociale delle imprese (RSI) porta con sé le riflessioni evocate dai rischi insiti in qualsivoglia tentativo di “funzionalizzare” l’esercizio della iniziativa economica a finalità estranee e/o diverse da quelle che siano riconducibili ed interpretabili sulla (sola) base della volontà di coloro che della iniziativa stessa si siano fatti promotori. Nella evoluzione più recente il tema dell’esercizio responsabile delle iniziative economiche ha assunto un rilievo che va ben oltre la mera realizzazione di una “filantropia d’impresa”, per assurgere, alternativamente, ad elemento di cui tenere conto nella programmazione dell’attività economica (o sarebbe meglio dire nella pianificazione del business aziendale, giacché la prospettiva dell’incremento della redditività può anche associarsi ed essere invero favorita dall’adozione di talune scelte “etiche”), ovvero, sin anche, ad elemento strutturalmente compendiato nella stessa disciplina costitutiva dai soggetti titolari di una organizzazione preordinata al perseguimento di scopi economici. La riflessione sul mantenimento della RSI nella logica dell’osservanza volontaria delle relative regole e principi, porta con sé l’ulteriore aspetto della eventuale traduzione in norme giuridiche di regole prima di allora riconducibili all’ambito di un agire socialmente responsabile ma spontaneo da parte delle imprese e pone quindi la questione di un raffronto fra regole di responsibility e regole di compliance.
978-88-495-4105-2
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ESTRATTO RSI DI RIENZO.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 276.1 kB
Formato Adobe PDF
276.1 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/251635
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact