La famiglia mista rappresenta un interessante osservatorio dei fenomeni migratori nella prospettiva della psicologia sociale, perché lascia trasparire i processi di costituzione identitaria della soggettività da un più ampio sistema di pratiche e di relazioni intersoggettive. Consapevoli delle complesse sfide interpretative che tali processi comportano, nel nostro lavoro abbiamo inteso evidenziare solo gli aspetti più salienti, in linea con la letteratura sul tema, della costruzione discorsiva delle dinamiche della coppia genitoriale nella trasmissione della loro identità culturale ai figli, concernenti aspetti identitari, di ruolo e comunicativi. Dall’analisi delle storie di vita dei cinque nuclei familiari misti coinvolti nella ricerca risulta che la complessa ambivalenza inerente alle dinamiche psicosociali del «perdere» e del «guadagnare» tipiche dell’incontro interculturale è costruita mediante le retoriche socio-epistemiche della «distinzione », della «ricerca» e dell’«ambivalenza».

From the social psychology perspective, the mixed family represents an interesting observatory of migratory phenomena as it reveals all those processes which are involved while the identity of everyone's subjectivity is created by a wider system of practices and intersubjective relationships. Being aware of the existent and complex interpretative challenges triggered by these processes, in this work - and in line with the literature on the above mentioned subject - we decided to highlight only the most significant aspects of the discursive construction involved in the dynamics of parental couples when transmitting their cultural identity to the children, where with cultural identity we mean identity, role and communication aspects. as a result of the analysis of the life stories of five mixed-race families involved in this study, it came out that the complex ambivalence related to the psychosocial dynamics of «losing» and «gaining», which are typical in every intercultural exchange, is based on the socio-epistemic rhetoric of «distinction», «research», and «ambivalence».

The mixed family as a discursive melting pot of cultures [La famiglia mista come crogiolo discorsivo di culture]

Scardigno R.
;
Mininni G.
2019

Abstract

From the social psychology perspective, the mixed family represents an interesting observatory of migratory phenomena as it reveals all those processes which are involved while the identity of everyone's subjectivity is created by a wider system of practices and intersubjective relationships. Being aware of the existent and complex interpretative challenges triggered by these processes, in this work - and in line with the literature on the above mentioned subject - we decided to highlight only the most significant aspects of the discursive construction involved in the dynamics of parental couples when transmitting their cultural identity to the children, where with cultural identity we mean identity, role and communication aspects. as a result of the analysis of the life stories of five mixed-race families involved in this study, it came out that the complex ambivalence related to the psychosocial dynamics of «losing» and «gaining», which are typical in every intercultural exchange, is based on the socio-epistemic rhetoric of «distinction», «research», and «ambivalence».
La famiglia mista rappresenta un interessante osservatorio dei fenomeni migratori nella prospettiva della psicologia sociale, perché lascia trasparire i processi di costituzione identitaria della soggettività da un più ampio sistema di pratiche e di relazioni intersoggettive. Consapevoli delle complesse sfide interpretative che tali processi comportano, nel nostro lavoro abbiamo inteso evidenziare solo gli aspetti più salienti, in linea con la letteratura sul tema, della costruzione discorsiva delle dinamiche della coppia genitoriale nella trasmissione della loro identità culturale ai figli, concernenti aspetti identitari, di ruolo e comunicativi. Dall’analisi delle storie di vita dei cinque nuclei familiari misti coinvolti nella ricerca risulta che la complessa ambivalenza inerente alle dinamiche psicosociali del «perdere» e del «guadagnare» tipiche dell’incontro interculturale è costruita mediante le retoriche socio-epistemiche della «distinzione », della «ricerca» e dell’«ambivalenza».
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La famiglia mista come crogiolo discorsivo di culture.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 117.5 kB
Formato Adobe PDF
117.5 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/250417
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 3
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 3
social impact