Erminio G. Caputo esprime nella lingua nativa salentina il composito universo linguistico e culturale di poeti provenienti da nazioni e civiltà differenti, con una sfida poetico-esistenziale intesa al superamento dei propri confini, in un anelito che risale alle scaturigini di una multiforme umanità, segnata da sconfitte e speranza, ma 'polifonica', a interpellare il destino dell'uomo contemporaneo. Le sue traduzioni dialettali avviano il confronto con esemplari poetici di Leopardi, Montale, Quasimodo, Fortini, Garcia Lorca, Evtuscenko, Jebeleanu e Neruda, in una trama di segni, significati e simboli che tocca il nucleo essenziale del loro canto, alla ricerca del senso ultimo della realtà.

Erminio G. Caputo. "...lu core spitterra". Traduzioni dialettali inedite fra Leopardi e Neruda, Lecce, Edizioni Milella, 2019, pp. 21-122 e 133-192

E. Filieri;
2019

Abstract

Erminio G. Caputo esprime nella lingua nativa salentina il composito universo linguistico e culturale di poeti provenienti da nazioni e civiltà differenti, con una sfida poetico-esistenziale intesa al superamento dei propri confini, in un anelito che risale alle scaturigini di una multiforme umanità, segnata da sconfitte e speranza, ma 'polifonica', a interpellare il destino dell'uomo contemporaneo. Le sue traduzioni dialettali avviano il confronto con esemplari poetici di Leopardi, Montale, Quasimodo, Fortini, Garcia Lorca, Evtuscenko, Jebeleanu e Neruda, in una trama di segni, significati e simboli che tocca il nucleo essenziale del loro canto, alla ricerca del senso ultimo della realtà.
978-88-3329-050-8
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ErminioCaputo_luCoreSpitterraMilella19.pdf

non disponibili

Descrizione: Testo pubblicato, con gli articoli principali (Filieri E.), Introduzione (Augieri C.A.) e Lettura fra Lorca e Neruda (Greco S., pp. 122-132)
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.23 MB
Formato Adobe PDF
1.23 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/243808
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact