Meridionalismo e socialismo ne Il Ministro della malavita