Terra delle Gravine tra sharing economy e turismo esperienziale[1] è un progetto finanziato dalla Regione Puglia a un consorzio di dodici comuni della provincia di Taranto, finalizzato alla formazione di studenti di scuola secondaria superiore nella descrizione di risorse digitali relative al patrimonio culturale in formato open data e alla creazione di una piattaforma, sempre in formato Open Data, di contenuti relativi ai beni culturali dei comuni coinvolti. Le attività sono state progettate e realizzate tra il 2017 e il 2018 dal Dipartimento di Studi Umanistici – DISUM dell’Università degli Studi di Bari e dalla spin off DABIMUS S.r.l. in collaborazione con l’Open Data Manager Pierfrancesco Paolicelli. I percorsi formativi e i tracciati in Open Data da utilizzare per indicizzare i beni considerati sono stati progettati in relazione alle diverse classi di beni culturali oggetto di interesse, che hanno incluso beni monumentali, beni storico artistici e demo-etnoantropologici e beni librari. Il DISUM, nella persona del prof. Nicola Barbuti, ha curato sia la progettazione e realizzazione del tracciato in open data utilizzato per indicizzare e pubblicare on line una selezione di volumi a stampa delle biblioteche comunali di Massafra, Mottola e Grottaglie, sia la formazione degli studenti delle scuole secondarie superiori dei tre comuni alla descrizione catalografica di risorse digitali librarie. I dataset sono stati strutturati conformemente alle regole definite dalla Regione Puglia nel suo catalogo http://www.dataset.puglia.it/, conformi all’ontologia dei luoghi della cultura e degli eventi culturali Cultural ON realizzata dal MiBACT nell’ambito del progetto nazionale http://dati.beniculturali.it, la piattaforma in cui il Ministero si propone di pubblicare il patrimonio culturale informativo secondo la logica dei Linked Open Data.

La Digital Libray open data della Biblioteca del Comune di Grottaglie - Progetto "Terra delle Gravine"

Barbuti, N.
2019

Abstract

Terra delle Gravine tra sharing economy e turismo esperienziale[1] è un progetto finanziato dalla Regione Puglia a un consorzio di dodici comuni della provincia di Taranto, finalizzato alla formazione di studenti di scuola secondaria superiore nella descrizione di risorse digitali relative al patrimonio culturale in formato open data e alla creazione di una piattaforma, sempre in formato Open Data, di contenuti relativi ai beni culturali dei comuni coinvolti. Le attività sono state progettate e realizzate tra il 2017 e il 2018 dal Dipartimento di Studi Umanistici – DISUM dell’Università degli Studi di Bari e dalla spin off DABIMUS S.r.l. in collaborazione con l’Open Data Manager Pierfrancesco Paolicelli. I percorsi formativi e i tracciati in Open Data da utilizzare per indicizzare i beni considerati sono stati progettati in relazione alle diverse classi di beni culturali oggetto di interesse, che hanno incluso beni monumentali, beni storico artistici e demo-etnoantropologici e beni librari. Il DISUM, nella persona del prof. Nicola Barbuti, ha curato sia la progettazione e realizzazione del tracciato in open data utilizzato per indicizzare e pubblicare on line una selezione di volumi a stampa delle biblioteche comunali di Massafra, Mottola e Grottaglie, sia la formazione degli studenti delle scuole secondarie superiori dei tre comuni alla descrizione catalografica di risorse digitali librarie. I dataset sono stati strutturati conformemente alle regole definite dalla Regione Puglia nel suo catalogo http://www.dataset.puglia.it/, conformi all’ontologia dei luoghi della cultura e degli eventi culturali Cultural ON realizzata dal MiBACT nell’ambito del progetto nazionale http://dati.beniculturali.it, la piattaforma in cui il Ministero si propone di pubblicare il patrimonio culturale informativo secondo la logica dei Linked Open Data.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La Digital Libray open data della Biblioteca del Comune di Grottaglie - Progetto _Terra delle Gravine_Zenodo.pdf

accesso aperto

Descrizione: Descrizione del Dataset
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Creative commons
Dimensione 127.16 kB
Formato Adobe PDF
127.16 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/240613
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact