La diffusione del fenomeno sindacale, e comunque dell'associazionismo dei lavoratori nell'evoluzione del conflitto industriale dalla seconda metà del XIX secolo in poi ha portato alla luce che, lungi dallo schematico dualismo liberista interesse individuale-interesse generale, nella realtà moderna emerge una quantità crescente di interessi che coinvolgono non più singoli soggetti, bensì gruppi, classi e categorie sociali. Benché ormai entrato a far parte del comune patrimonio giuridico, l'interesse collettivo fatica non poco a farsi largo e a "trovare giustizia" in un sistema processuale ad impronta fortemente individualistica. Il prototipo costituito dall'art. 28 della Legge n. 300 del 1970 ha rappresentato certamente una profonda novità nel nostro sistema attraverso il conferimento dell'azione ad un soggetto collettivo, ma si è presto mostrata l'urgenza, se non di prescinderne, quantomeno di andare oltre i suoi confini. L'obiettivo della ricerca è allora proprio quello di analizzare il rapporto tra interessi collettivi e processo, le modalità di risoluzione delle controversie del lavoro promosse su interessi collettivi da soggetti collettivi (in primis, il sindacato), gli effetti ed i riflessi possibili su alcuni concetti cardine del diritto processuale.

Studio sulla giustiziabilità degli interessi collettivi dei lavoratori

Giuseppe Antonio Recchia
2018

Abstract

La diffusione del fenomeno sindacale, e comunque dell'associazionismo dei lavoratori nell'evoluzione del conflitto industriale dalla seconda metà del XIX secolo in poi ha portato alla luce che, lungi dallo schematico dualismo liberista interesse individuale-interesse generale, nella realtà moderna emerge una quantità crescente di interessi che coinvolgono non più singoli soggetti, bensì gruppi, classi e categorie sociali. Benché ormai entrato a far parte del comune patrimonio giuridico, l'interesse collettivo fatica non poco a farsi largo e a "trovare giustizia" in un sistema processuale ad impronta fortemente individualistica. Il prototipo costituito dall'art. 28 della Legge n. 300 del 1970 ha rappresentato certamente una profonda novità nel nostro sistema attraverso il conferimento dell'azione ad un soggetto collettivo, ma si è presto mostrata l'urgenza, se non di prescinderne, quantomeno di andare oltre i suoi confini. L'obiettivo della ricerca è allora proprio quello di analizzare il rapporto tra interessi collettivi e processo, le modalità di risoluzione delle controversie del lavoro promosse su interessi collettivi da soggetti collettivi (in primis, il sindacato), gli effetti ed i riflessi possibili su alcuni concetti cardine del diritto processuale.
978-886611-7452
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RECCHIA Monografia.pdf

non disponibili

Descrizione: RECCHIA Monografia
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 2.09 MB
Formato Adobe PDF
2.09 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/240554
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact