L’art. 24, d.lgs. n. 346/1990, nell’ambito del tributo successorio, specificando quanto già previsto dal precedente art. 20, consente eccezionalmente la deduzione di passività non prettamente ereditarie, ma legate alla vicenda successoria complessivamente considerata, dettandone condizioni e limiti. Si tratta delle spese mediche e chirurgiche e delle spese funerarie: le prime, sostenute dagli eredi per il de cuius negli ultimi sei mesi di vita, sono deducibili purché risultino da regolari quietanze, anche se di data anteriore all’apertura della successione; le seconde sono deducibili subordinatamente al rispetto di precisi parametri quantitativi.

Commento all’art. 24, d.lgs. 31 ottobre 1990, n. 346

parente salvatore antonello
2019

Abstract

L’art. 24, d.lgs. n. 346/1990, nell’ambito del tributo successorio, specificando quanto già previsto dal precedente art. 20, consente eccezionalmente la deduzione di passività non prettamente ereditarie, ma legate alla vicenda successoria complessivamente considerata, dettandone condizioni e limiti. Si tratta delle spese mediche e chirurgiche e delle spese funerarie: le prime, sostenute dagli eredi per il de cuius negli ultimi sei mesi di vita, sono deducibili purché risultino da regolari quietanze, anche se di data anteriore all’apertura della successione; le seconde sono deducibili subordinatamente al rispetto di precisi parametri quantitativi.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Commento art. 24 d.lgs. n. 346 del 1990.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 433.96 kB
Formato Adobe PDF
433.96 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/240553
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact