Commento all’art. 21, d.lgs. 31 ottobre 1990, n. 346