La rete tra potenzialità virtuali e pericoli reali