Il romanzo di Sc'vèik è analizzato come un esteso capovolgimento ironico in tema di retorica bellica sulla scorta delle tesi esposte da Freud nel suo Der Witz und seine Beziehung zum Unbewußten. Dopo una rassegna di alcuni esempi delle dinamiche di comicità e arguzia nel romanzo, che si traducono in una satira contro la monarchia asburgica, il clero e l'esercito, si accenna alla ricezione di Sc'vèik, in particolare nell'opera di Brecht Schweyk im zweiten Weltkrieg (1943).

L'altro volto della guerra. La musa comica del buon soldato Sc'vèik

Stefania Rutigliano
2017

Abstract

Il romanzo di Sc'vèik è analizzato come un esteso capovolgimento ironico in tema di retorica bellica sulla scorta delle tesi esposte da Freud nel suo Der Witz und seine Beziehung zum Unbewußten. Dopo una rassegna di alcuni esempi delle dinamiche di comicità e arguzia nel romanzo, che si traducono in una satira contro la monarchia asburgica, il clero e l'esercito, si accenna alla ricezione di Sc'vèik, in particolare nell'opera di Brecht Schweyk im zweiten Weltkrieg (1943).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
4) Rutigliano_Sc'vèik.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 5.69 MB
Formato Adobe PDF
5.69 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/238064
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact