Le applicazioni della intelligenza artificiale al diritto sono ormai molteplici e presentano numerosi vantaggi, ma con riferimento al processo presentano ancora profili di criticità, che impongono una adeguata riflessione sulla opportunità (oltre che sulla possibilità) di utilizzare gli algoritmi in fase istruttoria e in fase decisoria

Stupidità (non solo) artificiale e processo

Domenico Dalfino
2019

Abstract

Le applicazioni della intelligenza artificiale al diritto sono ormai molteplici e presentano numerosi vantaggi, ma con riferimento al processo presentano ancora profili di criticità, che impongono una adeguata riflessione sulla opportunità (oltre che sulla possibilità) di utilizzare gli algoritmi in fase istruttoria e in fase decisoria
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Stupidità artificiale_processo_D. DALFINO.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 377.95 kB
Formato Adobe PDF
377.95 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/234715
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact