“Studiosi”, “dotti”, «amatori» e “financo i curiosi” (G. Jatta, 1869). Il disegno nella Puglia storica dell’Ottocento tra “oggetti e monumenti storici o di arte”