La "trasparenza ineguale". L'insuperata frammentazione delle regole