The essay analyzes the changes on agency work regulation provided for by the so called Jobs Act, which initially (Decree Law no. 34/2014) – as an urgent measure – introduced various innovations of a substantial nature, and later (Legislative Decree no. 81/2015) – when an “organic discipline” of employment contracts should have been established – did little more than merely repeating its previous contents; and lastly by the Decree Dignity (Decree Law no. 87/2018), which is once again adopted as an urgent measure The A. points out how both legislative interventions do not solve a series of problems in setting up the relationship between the agency, the undertaking and the worker, mostly due to the interference between the discipline of fixed–term contracts and the discipline of agency work.

Il saggio analizza le modifiche alla disciplina della somministrazione di lavoro apportate dal Jobs Act, che in una prima fase (D.L. n. 34/2014) – nell’ambito di una decretazione d’urgenza – ha introdotto varie innovazioni a carattere sostanziale, e nella fase successiva (D.Lgs. n. 81/2015), – che avrebbe dovuto essere volta a stabilire una “disciplina organica” dei contratti di lavoro – si è limitato alla mera riproposizione di contenuti pregressi; e da ultimo dal Decreto Dignità (D.L. n. 87/2018), che ancora una volta è adottato con una decretazione d’urgenza. Si evidenzia come entrambi gli interventi del legislatore lascino aperti una serie di problemi nella ricostruzione dei rapporti tra somministratore, utilizzatore e lavoratore, in massima parte a causa delle interferenze tra la disciplina del contratto a tempo determinato e la disciplina della somministrazione a termine.

Dalle “disposizioni urgenti” alla “disciplina organica” e ritorno: le continue riforme della somministrazione di lavoro

angelica riccardi
2018

Abstract

Il saggio analizza le modifiche alla disciplina della somministrazione di lavoro apportate dal Jobs Act, che in una prima fase (D.L. n. 34/2014) – nell’ambito di una decretazione d’urgenza – ha introdotto varie innovazioni a carattere sostanziale, e nella fase successiva (D.Lgs. n. 81/2015), – che avrebbe dovuto essere volta a stabilire una “disciplina organica” dei contratti di lavoro – si è limitato alla mera riproposizione di contenuti pregressi; e da ultimo dal Decreto Dignità (D.L. n. 87/2018), che ancora una volta è adottato con una decretazione d’urgenza. Si evidenzia come entrambi gli interventi del legislatore lascino aperti una serie di problemi nella ricostruzione dei rapporti tra somministratore, utilizzatore e lavoratore, in massima parte a causa delle interferenze tra la disciplina del contratto a tempo determinato e la disciplina della somministrazione a termine.
9788894281033
The essay analyzes the changes on agency work regulation provided for by the so called Jobs Act, which initially (Decree Law no. 34/2014) – as an urgent measure – introduced various innovations of a substantial nature, and later (Legislative Decree no. 81/2015) – when an “organic discipline” of employment contracts should have been established – did little more than merely repeating its previous contents; and lastly by the Decree Dignity (Decree Law no. 87/2018), which is once again adopted as an urgent measure The A. points out how both legislative interventions do not solve a series of problems in setting up the relationship between the agency, the undertaking and the worker, mostly due to the interference between the discipline of fixed–term contracts and the discipline of agency work.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/231427
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact