Sessistenza intersezionale e trans-ontologia