La novità e le peculiarità del fenomeno del FinTech richiedono lo sviluppo di nuovi paradigmi regolatori. Tra vuoti normativi ed incertezze giuridiche che si frappongono al conseguimento dell’obiettivo di un mercato unico tecnologico dei servizi finanziari, le Autorità europee hanno cominciato a prospettare e valutare ulteriori misure di intervento in funzione di un coordinamento tra i diversi facilitatori di innovazione (i.e. Innovation Hub e Regulatory Sandbox). La direzione al momento intrapresa, a favore di un network europeo, non ha tenuto conto della risposta più appropriata al contesto, ovvero quella della creazione di una regulatory sandbox europea, ove centralizzare dibattito e soluzioni da rendere poi condivisibili in tutti gli Stati membri. Una simile soluzione sarebbe infatti in grado di realizzare una vera “armonizzazione” dei singoli approcci nazionali, divenendo nel contempo luogo privilegiato sia di vigilanza proattiva sui vari rischi paventati, sia di propulsione per eventuali interventi normativi di correzione o di nuova introduzione.

Dalle regulatory sandboxes al network dei facilitatori di innovazione tra decentramento sperimentale e condivisione europea

Paracampo, Maria-Teresa
2019

Abstract

La novità e le peculiarità del fenomeno del FinTech richiedono lo sviluppo di nuovi paradigmi regolatori. Tra vuoti normativi ed incertezze giuridiche che si frappongono al conseguimento dell’obiettivo di un mercato unico tecnologico dei servizi finanziari, le Autorità europee hanno cominciato a prospettare e valutare ulteriori misure di intervento in funzione di un coordinamento tra i diversi facilitatori di innovazione (i.e. Innovation Hub e Regulatory Sandbox). La direzione al momento intrapresa, a favore di un network europeo, non ha tenuto conto della risposta più appropriata al contesto, ovvero quella della creazione di una regulatory sandbox europea, ove centralizzare dibattito e soluzioni da rendere poi condivisibili in tutti gli Stati membri. Una simile soluzione sarebbe infatti in grado di realizzare una vera “armonizzazione” dei singoli approcci nazionali, divenendo nel contempo luogo privilegiato sia di vigilanza proattiva sui vari rischi paventati, sia di propulsione per eventuali interventi normativi di correzione o di nuova introduzione.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Paracampo_Regulatory Sandboxes_Dirittobancario.it.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 737.09 kB
Formato Adobe PDF
737.09 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/230079
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact