Vore salentine: “vuoti” sotterranei “pieni” di peculiarità