Il contributo si focalizza sull’esperienza di integrazione accademica di rifugiati (sedici attualmente) presso l’Università degli Studi di Bari, avviata da alcuni anni nell’ambito delle azioni di ricerca e formazione promosse dal Centro per l’Apprendimento Permanente (CAP) per la valorizzazione del capitale culturale e umano di migranti, richiedenti visto e titolari di protezione internazionale. Il servizio recepisce le recenti (2017-2018) disposizioni del Miur in materia di «accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore».

I servizi per l'apprendimento permanente a supporto dell'integrazione accademica di studenti titolari di protezione internazionale.

Scardigno Anna Fausta
2018

Abstract

Il contributo si focalizza sull’esperienza di integrazione accademica di rifugiati (sedici attualmente) presso l’Università degli Studi di Bari, avviata da alcuni anni nell’ambito delle azioni di ricerca e formazione promosse dal Centro per l’Apprendimento Permanente (CAP) per la valorizzazione del capitale culturale e umano di migranti, richiedenti visto e titolari di protezione internazionale. Il servizio recepisce le recenti (2017-2018) disposizioni del Miur in materia di «accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore».
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
EPALE-Journal_4-IT-ISSN_2532-7801-27-31.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 142.1 kB
Formato Adobe PDF
142.1 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/228382
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact