Il riconoscimento è un atto formale, in cui la dichiarazione di nascita deve essere contenuta in una delle forme indicate nell’art. 254, a pena di nullità. L'a. analizza criticamente gli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali in tema di riconoscimento contenuto nell’atto di nascita, nella dichiarazione posteriore alla nascita o al concepimento dinanzi all’ufficiale di stato civile, nell'atto pubblico, oltre in materia di riconoscimento non veridico e riconoscimento testamentario.

Commento all'art. 254

Valeria Corriero
2018

Abstract

Il riconoscimento è un atto formale, in cui la dichiarazione di nascita deve essere contenuta in una delle forme indicate nell’art. 254, a pena di nullità. L'a. analizza criticamente gli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali in tema di riconoscimento contenuto nell’atto di nascita, nella dichiarazione posteriore alla nascita o al concepimento dinanzi all’ufficiale di stato civile, nell'atto pubblico, oltre in materia di riconoscimento non veridico e riconoscimento testamentario.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CodiceCivile art 254_Commento_Valeria Corriero.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 515.47 kB
Formato Adobe PDF
515.47 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/228242
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact