Domenico Forges Davanzati, vescovo di Canosa, è una figura di spicco nella vita accademica napoletana del XVIII secolo. Egli ebbe un forte interesse verso la geografia storica: si sforzò di coniugare lo studio delle fonti letterarie con la documentazione archeologica ed epigrafica e sottolineò la necessità di comprendere le evoluzioni morfologiche del paesaggio attraverso i secoli. A tal riguardo, fu probabilmente debitore del dibattito che andava svolgendosi in Francia sulle interazioni metodologiche fra geografia antica e moderna.

Domenico Forges Davanzati, bishop of Canosa, as a prominent intellectual figure in Neapolitan 18th-century academic life, had a strong interest in ancient geography. He tried to mix the study of literary sources with the archeologic and epigraphic evidence and remarked the necessity of understanding the morphological evolution of the landscape through ages: in this regard, he may have been indebted to the contemporary debate in France about the methodological interaction between ancient and modern geography.

«Un mondo del tutto sconosciuto da doversi discovrire»: Domenico Forges Davanzati e gli studi di geografia antica

Claudio Schiano
2018

Abstract

Domenico Forges Davanzati, bishop of Canosa, as a prominent intellectual figure in Neapolitan 18th-century academic life, had a strong interest in ancient geography. He tried to mix the study of literary sources with the archeologic and epigraphic evidence and remarked the necessity of understanding the morphological evolution of the landscape through ages: in this regard, he may have been indebted to the contemporary debate in France about the methodological interaction between ancient and modern geography.
Domenico Forges Davanzati, vescovo di Canosa, è una figura di spicco nella vita accademica napoletana del XVIII secolo. Egli ebbe un forte interesse verso la geografia storica: si sforzò di coniugare lo studio delle fonti letterarie con la documentazione archeologica ed epigrafica e sottolineò la necessità di comprendere le evoluzioni morfologiche del paesaggio attraverso i secoli. A tal riguardo, fu probabilmente debitore del dibattito che andava svolgendosi in Francia sulle interazioni metodologiche fra geografia antica e moderna.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Schiano - Un mondo del tutto sconosciuto da doversi discovrire.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 456.86 kB
Formato Adobe PDF
456.86 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/228226
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact