Nel discorso del 2017 sullo stato dell'Unione, il Presidente della Commissione Europea ha dichiarato che le istituzioni europee intendono procedere con il processo di allargamento dell'UE verso i Paesi dei Balcani occidentali. L'articolo analizza criticamente gli effetti della prospettiva di adesione all'UE in relazione alle transizioni costituzionali e democratiche in atto in tali Paesi, concentrandosi su alcuni aspetti problematici, tra i quali, in particolare, la questione dei diritti delle minoranze in Serbia, Montenegro, Kossovo, la ex Repubblica Jugoslava di Macedonia e la Bosnia-Erzegovina.

Condizionalità, transizioni costituzionali e diritti delle minoranze negli Stati dell’ex Jugoslavia

Dicosola
2018

Abstract

Nel discorso del 2017 sullo stato dell'Unione, il Presidente della Commissione Europea ha dichiarato che le istituzioni europee intendono procedere con il processo di allargamento dell'UE verso i Paesi dei Balcani occidentali. L'articolo analizza criticamente gli effetti della prospettiva di adesione all'UE in relazione alle transizioni costituzionali e democratiche in atto in tali Paesi, concentrandosi su alcuni aspetti problematici, tra i quali, in particolare, la questione dei diritti delle minoranze in Serbia, Montenegro, Kossovo, la ex Repubblica Jugoslava di Macedonia e la Bosnia-Erzegovina.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Dicosola Balcani DPCE 2018.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 641.68 kB
Formato Adobe PDF
641.68 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/226705
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact