Il saggio si propone di analizzare l’iter compositivo della prima raccolta di racconti di Beppe Fenoglio, analizzando nello specifico il rapporto tra la volontà dell’autore e le sue scelte condizionate dai suggerimenti e dalle richieste dello staff einaudiano, Italo Calvino ed Elio Vittorini in primis. Il saggio si inquadra in una più generale riflessione sul tema relativo al peso dell’intervento editoriale nella produzione di un testo letterario, che solleva problemi che riguardano non solo il circuito di produzione e lo statuto autoriale, ma anche l’interpretazione storiografica e la filologia.

La volontà “condizionata” di Beppe Fenoglio. L’interferenza editoriale nella composizione dei Ventitre giorni della città di Alba

Giorgio Nisini
2018

Abstract

Il saggio si propone di analizzare l’iter compositivo della prima raccolta di racconti di Beppe Fenoglio, analizzando nello specifico il rapporto tra la volontà dell’autore e le sue scelte condizionate dai suggerimenti e dalle richieste dello staff einaudiano, Italo Calvino ed Elio Vittorini in primis. Il saggio si inquadra in una più generale riflessione sul tema relativo al peso dell’intervento editoriale nella produzione di un testo letterario, che solleva problemi che riguardano non solo il circuito di produzione e lo statuto autoriale, ma anche l’interpretazione storiografica e la filologia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/226421
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact