Il mondo come espressione in Giorgio Colli