L’articolo mette in risalto la funzione della parola nel processo civile, ponendo particolare attenzione al linguaggio della legge processuale civile nel codice del 1940 e nelle recenti riforme. Come dimostrano le ultime modifiche alla disciplina dell’appello (artt. 342 e 348 bis cod. proc. civ.), il legislatore mostra scarsa attenzione ai testi normativi con gravi ripercussioni pratiche sul piano della certezza del diritto e delle garanzie.

Il linguaggio del diritto processuale civile tra passato e presente

Reali, Giovanna
2017

Abstract

L’articolo mette in risalto la funzione della parola nel processo civile, ponendo particolare attenzione al linguaggio della legge processuale civile nel codice del 1940 e nelle recenti riforme. Come dimostrano le ultime modifiche alla disciplina dell’appello (artt. 342 e 348 bis cod. proc. civ.), il legislatore mostra scarsa attenzione ai testi normativi con gravi ripercussioni pratiche sul piano della certezza del diritto e delle garanzie.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
EstrattoQ6_2017_Reali.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.09 MB
Formato Adobe PDF
1.09 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/223325
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact