Uno studio sulla rappresentazione ed evoluzione dell'iconografia di genere e di stile dei blue jeans attraverso la pubblicità sulle riviste novecentesche. Parafrasando l’affermazione di James Laver, secondo il quale “gli abiti sono inevitabili. Altro non sono che l’arredamento della mente reso visibile: lo specchio dell’anima di un’epoca” (Laver, 1949, p. 6), possiamo affermare che gli stessi jeans sono inevitabili e per la loro struttura sono capaci di rendere visibile lo spirito del tempo (Morin, 1962), anticipandone i fermenti emergenti.

I Blue Jeans tra ordinario e anomia. Le culture urbane rappresentate in un capo vestimentario sulle riviste musicali

Claudia Attimonelli
2018

Abstract

Uno studio sulla rappresentazione ed evoluzione dell'iconografia di genere e di stile dei blue jeans attraverso la pubblicità sulle riviste novecentesche. Parafrasando l’affermazione di James Laver, secondo il quale “gli abiti sono inevitabili. Altro non sono che l’arredamento della mente reso visibile: lo specchio dell’anima di un’epoca” (Laver, 1949, p. 6), possiamo affermare che gli stessi jeans sono inevitabili e per la loro struttura sono capaci di rendere visibile lo spirito del tempo (Morin, 1962), anticipandone i fermenti emergenti.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Epidemia visuale Attimonelli.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 3.43 MB
Formato Adobe PDF
3.43 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/215278
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact