Pirateria informatica e rischio democratico