Si dicono parziali verità o grandi menzogne, quando si parla di scoperte della scienza e anche quando si prende una vita, una ‘vita vera’, pensando di poterla narrare per intero. L’arte, l’esperienza estetica, è sempre riproduzione, ‘rappresentazione’ di realtà. Al narrare si delega il compito di comprendere, di contenere tutto, di fermare l’intera traiettoria in un solo sguardo. Un tentativo estremo e malinconico, perché irrealizzabile, di cristallizzare il tempo – presente, passato e futuro – per sempre in una sola immagine. Lo stesso desiderio e la stessa contraddizione contagiano anche chi racconta la Storia.

Sequenza e armonia, quasi una introduzione

BRONZINI, Stefano
2009

Abstract

Si dicono parziali verità o grandi menzogne, quando si parla di scoperte della scienza e anche quando si prende una vita, una ‘vita vera’, pensando di poterla narrare per intero. L’arte, l’esperienza estetica, è sempre riproduzione, ‘rappresentazione’ di realtà. Al narrare si delega il compito di comprendere, di contenere tutto, di fermare l’intera traiettoria in un solo sguardo. Un tentativo estremo e malinconico, perché irrealizzabile, di cristallizzare il tempo – presente, passato e futuro – per sempre in una sola immagine. Lo stesso desiderio e la stessa contraddizione contagiano anche chi racconta la Storia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/21051
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact