Ormai quell’insieme di pratiche discorsive, che ha assunto il nome di Italian Thought, costituisce un riferimento centrale nel dibattito filosofico continentale. Operaismo e biopolitica, il pensiero della differenza, l’interrogazione della vita, il problema del linguaggio in un’estensione che costeggia talune rilevanti espressioni artistiche, la domanda intorno agli spazi politici – sono i nuclei propulsori di un modo di fare filosofia, caratteristico del “pensiero italiano”, che va acquisendo sempre maggiore peculiarità e autorevolezza. Oltre che un orizzonte concettuale, tale pensiero è diventato perciò un dispositivo teorico generatore di effetti culturali e politici. Come questo libro dimostra. Partendo da un confronto critico tra Roberto Esposito e Antonio Negri, da un saggio di Remo Bodei e un’intervista a Mario Tronti, esso squaderna tali effetti attraverso una nutrita serie di interventi e discussioni. Senza cercare una sintesi, impossibile, di un’elaborazione ancora in corso e refrattaria a ogni unità presupposta, ma mostrando un percorso in evoluzione, fatto di accostamenti e attriti, di sintonie e conflitti, in cui l’Italian Thought riconosce il proprio senso.

Effetto Italian Thought

Strummiello G.;
2017-01-01

Abstract

Ormai quell’insieme di pratiche discorsive, che ha assunto il nome di Italian Thought, costituisce un riferimento centrale nel dibattito filosofico continentale. Operaismo e biopolitica, il pensiero della differenza, l’interrogazione della vita, il problema del linguaggio in un’estensione che costeggia talune rilevanti espressioni artistiche, la domanda intorno agli spazi politici – sono i nuclei propulsori di un modo di fare filosofia, caratteristico del “pensiero italiano”, che va acquisendo sempre maggiore peculiarità e autorevolezza. Oltre che un orizzonte concettuale, tale pensiero è diventato perciò un dispositivo teorico generatore di effetti culturali e politici. Come questo libro dimostra. Partendo da un confronto critico tra Roberto Esposito e Antonio Negri, da un saggio di Remo Bodei e un’intervista a Mario Tronti, esso squaderna tali effetti attraverso una nutrita serie di interventi e discussioni. Senza cercare una sintesi, impossibile, di un’elaborazione ancora in corso e refrattaria a ogni unità presupposta, ma mostrando un percorso in evoluzione, fatto di accostamenti e attriti, di sintonie e conflitti, in cui l’Italian Thought riconosce il proprio senso.
978-88-229-0111-8
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Effetto Italian Thought.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 597.99 kB
Formato Adobe PDF
597.99 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/209032
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact