Le "inscriptiones parietariae ad memoriam Apostolorum", tracciate in un momento storico di grande importanza per le antiche comunità cristiane (260ca.-330ca.), sono esito di una frequentazione - essenzialmente urbana - che ancora si esprime in linea con i concetti e le modalità del culto funerario della tradizione romana.. Sembra che gli apostoli Pietro e Paolo siano ricordati nella "triclia" non solo in quanto martiri o santi, ma soprattutto in quanto "antenati" della comunità cristiana di Roma, che proprio in questi decenni basa la propria identità ed il suo prestigio nella sua genesi dalla coppia apostolica.

Alle origini del fenomeno devozionale cristiano in Occidente: le inscriptiones parietariae ad memoriam apostolorum

FELLE, Antonio
2012

Abstract

Le "inscriptiones parietariae ad memoriam Apostolorum", tracciate in un momento storico di grande importanza per le antiche comunità cristiane (260ca.-330ca.), sono esito di una frequentazione - essenzialmente urbana - che ancora si esprime in linea con i concetti e le modalità del culto funerario della tradizione romana.. Sembra che gli apostoli Pietro e Paolo siano ricordati nella "triclia" non solo in quanto martiri o santi, ma soprattutto in quanto "antenati" della comunità cristiana di Roma, che proprio in questi decenni basa la propria identità ed il suo prestigio nella sua genesi dalla coppia apostolica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/20407
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact