L’Autore evidenzia la coerenza di una recente giurisprudenza sulla sufficienza della retribuzione che legittima trattamenti differenziati in riferimento alle condizioni socio-economiche di un determinato territorio. Richiamando i risultati conseguiti con un proprio precedente lavoro monografico, l’A. sottolinea l’universalità oggettiva del precetto costituzionale che richiama non solo la proporzionalità della retribuzione, ma anche la sufficienza della stessa quale criteri selettivi che i privati dovranno rispettare nel definire la quantità del salario.

Sufficienza della retribuzione e differenziazioni territoriali

ROMA, Giovanni
2006

Abstract

L’Autore evidenzia la coerenza di una recente giurisprudenza sulla sufficienza della retribuzione che legittima trattamenti differenziati in riferimento alle condizioni socio-economiche di un determinato territorio. Richiamando i risultati conseguiti con un proprio precedente lavoro monografico, l’A. sottolinea l’universalità oggettiva del precetto costituzionale che richiama non solo la proporzionalità della retribuzione, ma anche la sufficienza della stessa quale criteri selettivi che i privati dovranno rispettare nel definire la quantità del salario.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/20315
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact