Il salmo 32 LXX invita giusti e retti all'esultanza e alla lode del Signore. Nigro affronta l'esegesi del salmo in lingua greca. I primi esegeti sono Teofilo di Antiochia, Ireneo, Ippolito, ma anche Clemente Alessandrino e Origene. Questi ultini in particolare influenzeranno i commenti di grandi esegeti quali Eusebio di Cesarea, Atanasio, Basilio di Cesarea, Gregorio di Nissa. Un impoverimento dell'esegesi alessandrina si avrà con quella antiochena, ovvero con Teodoro di Mopsuestia e Teodoreto di Cirro.

Prefazione

GIRARDI, Mario
2008

Abstract

Il salmo 32 LXX invita giusti e retti all'esultanza e alla lode del Signore. Nigro affronta l'esegesi del salmo in lingua greca. I primi esegeti sono Teofilo di Antiochia, Ireneo, Ippolito, ma anche Clemente Alessandrino e Origene. Questi ultini in particolare influenzeranno i commenti di grandi esegeti quali Eusebio di Cesarea, Atanasio, Basilio di Cesarea, Gregorio di Nissa. Un impoverimento dell'esegesi alessandrina si avrà con quella antiochena, ovvero con Teodoro di Mopsuestia e Teodoreto di Cirro.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/20132
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact