Il contributo illustra la proposta di legge costituzionale C. 2657, in tema di “Modifiche agli articoli 102 e 103 della Costituzione in materia di soppressione dei tribunali militari e istituzione di una sezione specializzata per i reati militari presso i tribunali ordinari”, allo studio della Commissione Affari Costituzionali in sede referente. L'intento principale è quello di conseguire la semplificazione e il riassetto dell’ordinamento giurisdizionale. Il disegno di legge consta di tre articoli, dei quali i primi due incidono direttamente sulla Carta costituzionale, mentre il terzo è rappresentato da una “norma finale” utile a completare il quadro della riforma regolamentandone i profili attuativi. La principale novità consisterebbe nell’abrogazione dell’art. 103, comma 3, Cost., con la soppressione dei tribunali militari su tutto il territorio nazionale e delle rispettive corti d’appello militare (art. 2 d.d.l.). L’obiettivo è di eliminare tali giudici speciali, che attualmente sono titolari di una competenza per materia piuttosto circoscritta: in tempo di guerra secondo la giurisdizione statuita dalla legge e in tempo di pace limitatamente ai reati militari commessi da coloro che appartengono alle forze armate.

Dai tribunali militari a sezioni ad hoc dei tribunali ordinari (Rubrica De Jure condendo)

COLAMUSSI, Marilena
2015

Abstract

Il contributo illustra la proposta di legge costituzionale C. 2657, in tema di “Modifiche agli articoli 102 e 103 della Costituzione in materia di soppressione dei tribunali militari e istituzione di una sezione specializzata per i reati militari presso i tribunali ordinari”, allo studio della Commissione Affari Costituzionali in sede referente. L'intento principale è quello di conseguire la semplificazione e il riassetto dell’ordinamento giurisdizionale. Il disegno di legge consta di tre articoli, dei quali i primi due incidono direttamente sulla Carta costituzionale, mentre il terzo è rappresentato da una “norma finale” utile a completare il quadro della riforma regolamentandone i profili attuativi. La principale novità consisterebbe nell’abrogazione dell’art. 103, comma 3, Cost., con la soppressione dei tribunali militari su tutto il territorio nazionale e delle rispettive corti d’appello militare (art. 2 d.d.l.). L’obiettivo è di eliminare tali giudici speciali, che attualmente sono titolari di una competenza per materia piuttosto circoscritta: in tempo di guerra secondo la giurisdizione statuita dalla legge e in tempo di pace limitatamente ai reati militari commessi da coloro che appartengono alle forze armate.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Dai tribunali militari a sezioni ad hoc dei tribunali ordinari.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 659.6 kB
Formato Adobe PDF
659.6 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/198488
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact