L'ep. Di Guarino Veronese "Plusne dulcedinis" a Leonello d'Este (679 Sabbadini), è un interessante esempio di trasmissione testuale delle lettere di Guarino. Infatti, la sua sezione principale è costituita dalle regulae studendi che molti manoscritti hanno trasmesso come excerptum autonomo ("Ut igitur et absens"). Si è resa pertanto necessaria l'analisi dell'intera tradizione manoscritta della lettera e del suo estratto. Questo esame si basa anche sulla scoperta di nuovi manoscritti sconosciuti a Sabbadini, che hanno permesso una revisione testuale completa e una nuova edizione critica della lettera.

The Guarino Veronese’s ep. Plusne dulcedinis to Leonello d’Este (679 Sabbadini), is an interesting example of textual transmission of Guarino’s letters. In fact, its main section consists of the regulae studendi that many manuscripts have transmitted as an autonomous excerptum (“Ut igitur et absens”). It was necessary, therefore, the analysis of the whole manuscript tradition of the letter and of its excerpt. This examination is also based on the discovery of new manuscripts unknown to Sabbadini, that allowed a complete textual revision and new critical edition of the letter.

Il testo nel testo: l’epistola Plusne dulcedinis di Guarino Veronese a Leonello d’Este

CAMPANALE, Maria Innocenza
2016

Abstract

The Guarino Veronese’s ep. Plusne dulcedinis to Leonello d’Este (679 Sabbadini), is an interesting example of textual transmission of Guarino’s letters. In fact, its main section consists of the regulae studendi that many manuscripts have transmitted as an autonomous excerptum (“Ut igitur et absens”). It was necessary, therefore, the analysis of the whole manuscript tradition of the letter and of its excerpt. This examination is also based on the discovery of new manuscripts unknown to Sabbadini, that allowed a complete textual revision and new critical edition of the letter.
L'ep. Di Guarino Veronese "Plusne dulcedinis" a Leonello d'Este (679 Sabbadini), è un interessante esempio di trasmissione testuale delle lettere di Guarino. Infatti, la sua sezione principale è costituita dalle regulae studendi che molti manoscritti hanno trasmesso come excerptum autonomo ("Ut igitur et absens"). Si è resa pertanto necessaria l'analisi dell'intera tradizione manoscritta della lettera e del suo estratto. Questo esame si basa anche sulla scoperta di nuovi manoscritti sconosciuti a Sabbadini, che hanno permesso una revisione testuale completa e una nuova edizione critica della lettera.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Campanale.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 710.27 kB
Formato Adobe PDF
710.27 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/194660
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact