Bassani, Gramsci, il "nazional-popolare"