F. Magistrale, Castel del Monte e il “criptogramma di Federico II”: l’enigma che non c’è