Una duplice indagine nel teatro della prima metà del Seicento: nella cultura misterica del Viceregno - con particolare riguardo alla ricezione del culto di Iside e Osiride nell’età dell’Ossuna-, e nella storia dell’identità ebraica, attraverso la resa scenica dell’episodio della ‘madre ebrea’, tratto dal Bellum Iudaicum. Le vicende legate alla ricezione delle culture teosofiche dell’Egitto faraonico e poi ellenistico, accostate alle ragioni dell’ideologia cattolica e dell’assolutismo monarchico, diventano un utile fermento per il dibattito sull’ontologia della sovranità e sul libero arbitrio

Misteri egizi e storia ebraica nel teatro napoletano del Seicento

CASTELLANETA, STELLA MARIA
2009

Abstract

Una duplice indagine nel teatro della prima metà del Seicento: nella cultura misterica del Viceregno - con particolare riguardo alla ricezione del culto di Iside e Osiride nell’età dell’Ossuna-, e nella storia dell’identità ebraica, attraverso la resa scenica dell’episodio della ‘madre ebrea’, tratto dal Bellum Iudaicum. Le vicende legate alla ricezione delle culture teosofiche dell’Egitto faraonico e poi ellenistico, accostate alle ragioni dell’ideologia cattolica e dell’assolutismo monarchico, diventano un utile fermento per il dibattito sull’ontologia della sovranità e sul libero arbitrio
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/19219
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact