La nuova programmazione 2007-2013 in Puglia afferma la crescente rilevanza del settore turistico, ancora più che nel recente passato, quale elemento propulsivo per l’economia regionale, e in particolare, per i sistemi territoriali sub-regionali che già da anni sono impegnati, in un processo sinergico tra attori pubblici e privati nella valorizzazione e promozione delle risorse locali. La Regione Puglia ha approvato con L.R. 11 febbraio 2002 n. 1, le “Norme di prima applicazione dell’art. 5 della L. 135/2001, riguardanti il riordino del sistema turistico pugliese” da attuare con apposito regolamento, cui è demandato il compito di stabilire le modalità e la misura dei finanziamenti dei progetti di sviluppo dei sistemi turistici locali; inoltre, ha ulteriormente enfatizzato l’importanza dei STL con la L.R. n. 23/2007 “Promozione e riconoscimento dei distretti produttivi”. L’art. 2, infatti, evidenzia il crescente rilievo di questa nuova aggregazione territoriale tra le configurazioni possibili dei distretti produttivi in quanto “espressione della capacità del sistema di imprese e delle istituzioni locali di sviluppare una progettualità strategica comune”. Il lavoro analizza se il diverso livello di evoluzione dei Sistemi Turistici Locali può risultare uno strumento utile di analisi per quelle Regioni che hanno deciso di potenziare l’offerta turistica sul proprio territorio, evitando le consuete politiche turistiche che, fino ad oggi, potenziavano i flussi lì dove già erano notevoli oppure inventavano mete turistiche prive di potenzialità solo per fini puramente localistici.

La riorganizzazione del territorio a fini turistici: i Sistemi Turistici Locali in Puglia

IVONA, Antonietta
2008

Abstract

La nuova programmazione 2007-2013 in Puglia afferma la crescente rilevanza del settore turistico, ancora più che nel recente passato, quale elemento propulsivo per l’economia regionale, e in particolare, per i sistemi territoriali sub-regionali che già da anni sono impegnati, in un processo sinergico tra attori pubblici e privati nella valorizzazione e promozione delle risorse locali. La Regione Puglia ha approvato con L.R. 11 febbraio 2002 n. 1, le “Norme di prima applicazione dell’art. 5 della L. 135/2001, riguardanti il riordino del sistema turistico pugliese” da attuare con apposito regolamento, cui è demandato il compito di stabilire le modalità e la misura dei finanziamenti dei progetti di sviluppo dei sistemi turistici locali; inoltre, ha ulteriormente enfatizzato l’importanza dei STL con la L.R. n. 23/2007 “Promozione e riconoscimento dei distretti produttivi”. L’art. 2, infatti, evidenzia il crescente rilievo di questa nuova aggregazione territoriale tra le configurazioni possibili dei distretti produttivi in quanto “espressione della capacità del sistema di imprese e delle istituzioni locali di sviluppare una progettualità strategica comune”. Il lavoro analizza se il diverso livello di evoluzione dei Sistemi Turistici Locali può risultare uno strumento utile di analisi per quelle Regioni che hanno deciso di potenziare l’offerta turistica sul proprio territorio, evitando le consuete politiche turistiche che, fino ad oggi, potenziavano i flussi lì dove già erano notevoli oppure inventavano mete turistiche prive di potenzialità solo per fini puramente localistici.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/18909
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact