Nominalismo e lotta al terrorismo internazionale: il caso delle extraordinary renditions