Avicenna e la tradizione aristotelica