IL "FILTRO" IN CASSAZIONE