Il saggio discute i dati che è possibile ricavare dall'opera di Isocrate, autore ateniese del IV secolo a.C., relativamente alla diffusione dei libri e all'uso dei libri nel lavoro intellettuale.

This paper collects and discusses evidence for the use of books as "working tools" by Isocrates, in a period (the 4th cent. BCE) in which literacy seems to have improved, the book trade to have developed and books to be performing a wider variety of functions than before.

La biblioteca di Isocrate. Note sulla circolazione dei libri e sul lavoro intellettuale nel IV secolo a.C

PINTO, Pasquale Massimo
2006

Abstract

Il saggio discute i dati che è possibile ricavare dall'opera di Isocrate, autore ateniese del IV secolo a.C., relativamente alla diffusione dei libri e all'uso dei libri nel lavoro intellettuale.
This paper collects and discusses evidence for the use of books as "working tools" by Isocrates, in a period (the 4th cent. BCE) in which literacy seems to have improved, the book trade to have developed and books to be performing a wider variety of functions than before.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/18073
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact