La proliferazione della normativa in materia di privilegi del credito rappresenta un limite oggettivo all’elaborazione di una teoria unitaria del diritto dei privilegi. Il lavoro propone un raccordo dialettico dell’istituto dei privilegi con comparti normativi interni al sistema del diritto privato e offre un contributo all’approfondimento dei profili giuridici che connotano il regime del concorso dei creditori nella distribuzione del prezzo ricavato dall’espropriazione dei beni del debitore.

Dei Privilegi (artt. 2745 - 2783 bis)

PARENTE, Ferdinando
2009

Abstract

La proliferazione della normativa in materia di privilegi del credito rappresenta un limite oggettivo all’elaborazione di una teoria unitaria del diritto dei privilegi. Il lavoro propone un raccordo dialettico dell’istituto dei privilegi con comparti normativi interni al sistema del diritto privato e offre un contributo all’approfondimento dei profili giuridici che connotano il regime del concorso dei creditori nella distribuzione del prezzo ricavato dall’espropriazione dei beni del debitore.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/17787
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact