I popoli indigeni possono dirsi composti dai discendenti viventi di coloro che risiedevano su terre usurpate da uomini di differente cultura o origine etnica provenienti da altre parti del mondo. Il motivo per il quale al centro di molti dibattiti dottrinari vi sono i popoli autoctoni risiede nella constatazione che gli indigeni sono stati privati dei loro diritti da parte dei colonizzatori. In particolare essi hanno perso la terra che tradizionalmente occupavano e la possibilità di promuovere e sviluppare costumi e valori appartenenti alla loro cultura. I popoli nativi rischiano di perdere la propria identità e incontrano serie difficoltà ad adeguare i loro costumi e le loro tradizioni a nuove condizioni di vita. Benché i loro diritti siano oggetto di tutela internazionale emerge con chiarezza la necessità primaria di accogliere le rivendicazioni ancestrali a livello statale. Le esperienze federali canadese e statunitense offrono una panoramica sufficientemente completa delle tematiche inerenti alla valutazione dello status di aborigeni all’interno di una realtà articolata su due livelli (statale e federale) con i quali gli indigeni sono costretti a rapportarsi.

Gli aboriginal treaty rights al confine tra Stati Uniti e Canada

MARTINO, Pamela
2006

Abstract

I popoli indigeni possono dirsi composti dai discendenti viventi di coloro che risiedevano su terre usurpate da uomini di differente cultura o origine etnica provenienti da altre parti del mondo. Il motivo per il quale al centro di molti dibattiti dottrinari vi sono i popoli autoctoni risiede nella constatazione che gli indigeni sono stati privati dei loro diritti da parte dei colonizzatori. In particolare essi hanno perso la terra che tradizionalmente occupavano e la possibilità di promuovere e sviluppare costumi e valori appartenenti alla loro cultura. I popoli nativi rischiano di perdere la propria identità e incontrano serie difficoltà ad adeguare i loro costumi e le loro tradizioni a nuove condizioni di vita. Benché i loro diritti siano oggetto di tutela internazionale emerge con chiarezza la necessità primaria di accogliere le rivendicazioni ancestrali a livello statale. Le esperienze federali canadese e statunitense offrono una panoramica sufficientemente completa delle tematiche inerenti alla valutazione dello status di aborigeni all’interno di una realtà articolata su due livelli (statale e federale) con i quali gli indigeni sono costretti a rapportarsi.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Gli aboriginal treaty rights al confine tra Stati Uniti e Canada.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 5.61 MB
Formato Adobe PDF
5.61 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/17780
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact