Il tentativo di comprendere la connessione tra l’apprendimento permanente e la formazione a distanza non può che partire dalla considerazione del modo in cui gli adulti conducono le proprie traiettorie di vita nel terzo millennio, discontinue e non lineari, i percorsi molto meno prevedibili. Questo cambiamento sociale ha comportato un mutamento paradigmatico in seno all’educazione: i tempi e gli spazi per la formazione si sono ampliati tanto che a iniziare dal 1996 e partendo dal mondo anglosassone, si è iniziato a parlare di lifelong learning e lifewide learning, apprendimento per tutto l’arco della vita e in tutti gli ambiti - formali, informali e non formali Quando entra in formazione, lo studente adulto si fa portatore di esperienze e bisogni specifici, rispetto ai quali l’educazione è stata ripensata in termini di flessibilità, eclettismo e competenze. In risposta a queste esigenze, la riflessione e la ricerca sulla formazione a distanza, grazie anche al rapidissimo sviluppo e diffusione di tecnologie digitali sempre più accessibili e tecnicamente raffinate, si è efficacemente inserita in questo dialogo tra istituzione e studente adulto, fornendo strategie di formazione efficaci e flessibili. L’espressione “apprendimento a distanza” è stata col tempo sostituita da quella di “e-learning” stando, così, a indicare la formazione erogata in ambienti di apprendimento on-line che prendono il nome specifico di Learning Management Systems (LMS) In questo contributo si analizza l’esperienza del corso di Perfezionamento on-line (erogato in modalità e-learning su piattaforma Moodle) DidaLim: Lavagna Interattiva Multimediale, E-Book e Apprendimento Digitale destinato alla formazione in servizio dei docenti e di tutte le professionalità dell’educazione. L’obiettivo formativo primario del corso è quello di offrire strumenti metodologici per la realizzazione di una didattica multimediale che integri, nell’azione in classe, le tecnologie, a partire dalla Lavagna Interattiva Multimediale, fino alle più recenti innovazioni didattiche avvenute con l’introduzione dei tablet.

La formazione transmediale del docente in servizio

Baldassarre, M
;
Tamborra, V
2016

Abstract

Il tentativo di comprendere la connessione tra l’apprendimento permanente e la formazione a distanza non può che partire dalla considerazione del modo in cui gli adulti conducono le proprie traiettorie di vita nel terzo millennio, discontinue e non lineari, i percorsi molto meno prevedibili. Questo cambiamento sociale ha comportato un mutamento paradigmatico in seno all’educazione: i tempi e gli spazi per la formazione si sono ampliati tanto che a iniziare dal 1996 e partendo dal mondo anglosassone, si è iniziato a parlare di lifelong learning e lifewide learning, apprendimento per tutto l’arco della vita e in tutti gli ambiti - formali, informali e non formali Quando entra in formazione, lo studente adulto si fa portatore di esperienze e bisogni specifici, rispetto ai quali l’educazione è stata ripensata in termini di flessibilità, eclettismo e competenze. In risposta a queste esigenze, la riflessione e la ricerca sulla formazione a distanza, grazie anche al rapidissimo sviluppo e diffusione di tecnologie digitali sempre più accessibili e tecnicamente raffinate, si è efficacemente inserita in questo dialogo tra istituzione e studente adulto, fornendo strategie di formazione efficaci e flessibili. L’espressione “apprendimento a distanza” è stata col tempo sostituita da quella di “e-learning” stando, così, a indicare la formazione erogata in ambienti di apprendimento on-line che prendono il nome specifico di Learning Management Systems (LMS) In questo contributo si analizza l’esperienza del corso di Perfezionamento on-line (erogato in modalità e-learning su piattaforma Moodle) DidaLim: Lavagna Interattiva Multimediale, E-Book e Apprendimento Digitale destinato alla formazione in servizio dei docenti e di tutte le professionalità dell’educazione. L’obiettivo formativo primario del corso è quello di offrire strumenti metodologici per la realizzazione di una didattica multimediale che integri, nell’azione in classe, le tecnologie, a partire dalla Lavagna Interattiva Multimediale, fino alle più recenti innovazioni didattiche avvenute con l’introduzione dei tablet.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
capitolo in Teacher Education in Puglia.pdf

non disponibili

Descrizione: capitolo in
Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 6 MB
Formato Adobe PDF
6 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/174551
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact